martedì 28 gennaio 2014

Schiacciata alla fiorentina

Buonasera! ^__^
Scusate l'assenza, purtroppo non ho avuto tempo di aggiornare il sito, ma eccomi a farmi perdonare con una ricetta tipica del Carnevale e che in questo periodo si trova dalle mie parti: la schiacciata alla fiorentina
Come molte ricette toscane, si tratta di un dolce semplice da realizzare, con pochi ingredienti ma spesso molto buono.
Perché "spesso"? Beh, perché non è semplicissimo avere un impasto soffice come dovrebbe essere, a volte capita di trovare schiacciate con una consistenza troppo friabile, a volte con troppe bolle d'aria... Insomma, bisogna stare attenti alla lievitazione!
La ricetta della mia nonna è la seguente.


Eccola!!! ^_^




Ingredienti

* 350 g di farina "0"
* 300 g di zucchero
* 2 uova
* 7 cucchiai d'olio extravergine d'oliva o di semi
* 7 cucchiai di latte
* Un bicchiere di spremuta d'arancia
* Un pizzico di sale
* Una bustina di lievito per dolci
* Zucchero a velo


Preparazione  

Mescolare tutti gli ingredienti in una ciotola e amalgamare bene; versare il composto in una teglia e infornare a 200 °C circa finché la torta non sarà un po' dorata sulla superficie. 
Spolverare un po' di zucchero a velo una volta che la schiacciata sarà pronta.
Se starete attenti a mescolare bene, il risultato sarà un'ottima schiacciata soffice! 

Fatemi sapere se la proverete!

A presto!!! ^___^



lunedì 20 gennaio 2014

Ancora niente ricette!

Buon lunedì, buon inizio settimana!
Ebbene sì, ancora vi tengo digiuni! ^O^
Mentre questo scritto viene pubblicato io sono all'Ospedale veterinario dell'Universitò di Pisa (quindi potete dedurre che l'ho preparato in anticipo di qualche giorno :-P), tornerò stasera ma non volevo aspettare ad aggiornare il mio sitino!
Avendo iniziato a farvi vedere un mio lavoretto, ho deciso di mostrarvene un altro: questa volta si tratta di una tovaglietta ricamata a punto croce (sempre per il mio fidanzato).




Per realizzarla ho ricamato su un pezzo di tela Aida quei simpatici animaletti e poi ho preso un pezzo di stoffa blu un po' più grande della tela e l'ho cucito a macchina ripiegandone i lati sulla tela stessa. Non è difficile, se si ha un po' di dimestichezza, è un modo semplice per realizzare una tovaglietta da colazione! 
Peccato che il mio fidanzato abbia paura di sporcarla e non la usi... Ma vabbè, la tiene come "centrino" sul cassettone! ^__^

Arrivederci a presto!!!

domenica 19 gennaio 2014

Qualcosa di non culinario!

Buongiorno e buona domenica! ^__^
Purtroppo le tante cose da fare non mi hanno permesso di mettermi a scrivere per bene un'altra delle mie ricette, ma spero che continuiate a seguirmi e non mi abbandoniate!
Oggi vi mostrerò un mio lavoretto fatto a mano: è un sacchettino porta-cellulare che feci un po' di tempo fa per il mio fidanzato...



... Ovviamente contiene un gufo!
Per realizzarlo ho lavorato a maglia della lana rossa, quindi ne ho fatto un sacchettino foderandolo con della stoffa rossa e cucendolo a mano; ho fatto anche un "risvolto" per farvi passare il nastro rosso per chiudere il sacchettino, anch'esso cucito a mano. Ho quindi ricamato il gufetto a punto croce su un quadratino di tela Aida e l'ho cucito sul sacchettino contornandolo con un po' di stoffa rossa. Per finire e abbellire ho fatto due piccoli pon pon con altra lana rossa e li ho cuciti alle estremità del nastro! Voilà!

Vi piace? Non sono un'esperta, tutt'altro, ma sono rimasta felice del risultato!

Che cosa ne pensate? ^D^

sabato 11 gennaio 2014

Iniziativa per conoscersi!

Buon pomeriggio!
Oggi non ho ricette da raccontarvi, però vi annuncio con piacere che partecipo all'iniziativa Garden Party proposta da Debby del sito Il Giardino Segreto
E' un modo simpatico per conoscere nuove persone, nuovi siti e per far conoscere il proprio "angolo cibernetico" ^__^ . Lo consiglio a chiunque di voi abbia un sito personale... ma anche a chi non ce l'ha!

http://ilgiardinosegretodidebby.blogspot.it/2014/01/garden-party-1-edizione.html?showComment=1389449436204

Se volete partecipare cliccate sull'immagine qui sopra e seguite le istruzioni scritte da Debby.

A presto!!! ^__^ 

giovedì 9 gennaio 2014

Torta con marmellata affondata

Buonasera!
Oggi torno a parlare di dolci e vi propongo una ricetta che ho trovato su internet mentre cercavo disperatamente di utilizzare della marmellata non troppo dolce che avevo in frigorifero (sì, era sempre quella della crostata XD): la Torta morbida con marmellata affondata. Ho apportato delle modifiche rispetto alla ricetta originale (per questa rimando al sito Cucinanostress), sostituendo l'olio al burro e cambiando qualcosa nel procedimento. Ecco qui il risultato!


La torta nel suo "splendore"
 

Ingredenti

130 g di farina "0"
120 g di zucchero 
90 g di olio extravergine d'oliva 
Due uova
Tre cucchiaini di lievito per dolci
Mezzo barattolo medio di marmellata a piacere


Preparazione  

Innanzi tutto accendere il forno a 180 °C.
Mescolare bene lo zucchero con l'olio fino a ottenere una crema abbastanza omogenea; aggiungere le uova e mescolare con una forchetta e poi con le fruste elettriche. Setacciare farina e lievito aggiungendoli al composto e continuare a mescolare con la forchetta, fino ad avere un impasto piuttosto compatto.
Foderare con carta da forno una teglia di 22 cm di diametro e riempirla con il composto, spalmandolo bene sul fondo. Aggiungere la marmellata a cucchiaiate sulla superficie dell'impasto e infornare; cuocere per circa 30 minuti. Durante la cottura la marmellata scenderà e verrà inglobata nell'impasto.


Particolare di lato (con flash)
  

Una torta un po' strana, secondo me, è molto soffice (forse anche troppo, per i miei gusti) e un po' friabile; ve la consiglio, soprattutto se non avete molto tempo per stare in cucina!


Particolare di lato (senza flash)


Arrivederci a presto, fatemi sapere se la provate!!!
 

mercoledì 8 gennaio 2014

Gnocchi di patate con ricotta, porri e zucchine

Rieccomi qua!
Il piatto che vi presento oggi è semplicissimo, adatto a un pranzo sia a casa sia d'asporto. Lo "inventai" per caso a Pisa, quando abitavo lì per l'Università, con la prospettiva di portarmene un po' in Facoltà, da mangiare nella pausa pranzo. Devo dire che rimasi piacevolmente colpita dalla bontà di questa mia invenzione, tanto che ne feci una foto per scrivermi la ricetta nel mio ricettario illustrato che tengo e via via aggiorno sul computer.
Questo bel piattino che vedete nella foto contiene Gnocchi di patate con ricotta, porri e zucchine.

Gnam!


Ingredienti 

* Gnocchi di patate (meglio se fatti in casa, ma io avevo quelli del supermercato)
* Una zucchina
* Mezzo porro
* 50 g di ricotta vaccina
* Olio extravergine d'oliva q.b.
* Sale q.b.


Preparazione 
 
Innanzitutto mettere sul fuoco l'acqua per gli gnocchi.
Affettare quindi la zucchina dividendola per lungo e poi trasversalmente, formando delle fettine a mezzaluna e lessarla per 5 minuti circa.
Nel frattempo affettare finemente il porro e farlo soffriggere a fuoco lento in una padella con poco olio. Scolare le zucchine e unirle al porro.
A questo punto probabilmente l'acqua per gli gnocchi bollirà: salarla con sale grosso e versarci gli gnocchi. 
Unire la ricotta a porro e zucchina e terminare la cottura mescolando per circa 2 minuti. 
Scolare gli gnocchi quando vengono a galla e condire con il contenuto della padella. 
Buon appetito!

Questo è un piatto buono sia caldo sia freddo, secondo me, è un bel modo per variare rispetto a insalate o panini quando si deve mangiare fuori!

A presto! ^___^

martedì 7 gennaio 2014

Pappa al pomodoro

Salve, cari visitatori!
Purtroppo le Feste sono passate e ora si ricominciano le attività lavorative e/o studiose, affrontando l'Inverno più freddo (che per ora non si preannuncia gelido, ma non si sa mai cosa ci riserveranno Gennaio e Febbraio ^O^). Ora miro solo alla Primavera, ma nel frattempo non mi devo scoraggiare, ma vivere con serenità ogni giorno, qualsiasi cosa mi si prospetti davanti.
Non voglio comunque scrivere i miei pensieri, bensì proporvi la ricetta di un piatto tipico toscano, la Pappa al pomodoro!
Come saprete, si tratta di una ricetta povera e semplice come molte della tradizione contadina della mia regione, ma proprio questa sua semplicità la rende un piatto (almeno per me) prelibato!

La pappa sul fornello


Ingredienti 

* 500 g di pane toscano (sciocco) raffermo spezzettato
* 1 Kg di pomodori maturi o - se non è stagione - passata di pomodoro o pelati
* Due spicchi d'aglio
* 3/4 di litro di brodo vegetale
* Olio extravergine d'oliva
* Varie foglioline di basilico
* Sale q.b.

Procedimento

In una pentola, soffriggere l'aglio con un po' d'olio; aggiungere i pomodori e salare a piacimento, mescolando per amalgamare il tutto. Dopo circa tre minuti aggiungere il pane e il brodo; far cuocere a fuoco basso mescolando di tanto in tanto, finché il pane non si sarà ammorbidito divenendo una pappa (appunto! ^_^).
Servire calda oppure - soprattutto se è Estate - fresca: è buona in tutti i modi!

Immersione!

Bene, arrivederci alla prossima!!!

lunedì 6 gennaio 2014

E' arrivata la Befana...

Eh, già, purtroppo siamo giunti al termine delle Feste, che si concludono con l'Epifania.
Non voglio parlare della Befana, però, perché ciò che si festeggia domani non è la calza piena di dolci, bensì l'arrivo dei Magi presso Betlemme, di fronte a Gesù bambino. 
Trascrivo quindi il brano del Vangelo di Matteo che ne parla.

Adorazione dei Magi, Filippino Lippi (1496)

Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, ecco, alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: «Dov'è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». All'udire questo, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i capi dei sacerdoti e gli scribi del popolo, si informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Cristo. Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta: "E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero l'ultima delle città principali di Giuda: da te infatti uscirà un capo che sarà il pastore del mio popolo, Israele"».
Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire da loro con esattezza il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme dicendo: «Andate e informatevi accuratamente sul bambino e, quando l'avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch'io venga ad adorarlo».
Udito il re, essi partirono. Ed ecco, la stella, che avevano visto spuntare, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti in sogno di non tornare da Erode, per un'altra strada fecero ritorno al loro paese. 

(Matteo, 2, 1-12)


Buona Epifania!


sabato 4 gennaio 2014

Torta ipercioccolatosa ipercalorica... ma ottima!

Ebbene sì, oggi vi presento una torta tanto calorica quanto buona, in particolare per chi ama il cioccolato, soprattutto fondente. Il nome con cui l'ho trovata su internet (precisamente qui) è Cioccolato assoluto, io l'ho soprannominata Torta ipercioccolatosa, perché è veramente carica di cacao.
Rispetto alla ricetta trovata ho apportato qualche modifica "anti-colesterolica", però purtroppo non è possibile una vera versione leggera di questo dolce... Pazienza, semel in anno licet insanire! ^__^
Il procedimento è lungo, per prepararla occorre mezza giornata, dati i tempi di raffreddamento necessari: se quindi volete cimentarvi nella realizzazione di questa torta, partite per tempo!

Che bontà!


Ingredienti 

Per la pasta frolla
* 300 g di farina "0" o "00"
* 100 g di zucchero 

* 90 g di olio extravergine d'oliva
* 2 uova
* 30 g di cacao amaro in polvere
* Una bustina di vanillina
* Un pizzico di sale

Per il primo strato di ripieno
* 150 g di cioccolata fondente 

Per il secondo strato di ripieno
* 300 g di cioccolata fondente
* 40 g di burro leggero o margarina
* 3 tuorli
* 200 ml di panna fresca pastorizzata


Procedimento 

S'inizia con la pasta frolla.
Setacciare la farina, lo zucchero, la vanillina e il cacao amaro e amalgamare bene; aggiungere le due uova e il pizzico di sale e continuare a mescolare ottenendo un composto friabile e sabbioso. Aggiungere quindi l'olio e impastare con le mani fino a ottenere un impasto untuoso e compatto. Avvolgere il tutto in un foglio di pellicola e lasciare riposare in frigorifero per circa 30 minuti. Nel frattempo accendere il forno a 190 °C.
Trascorsa la mezz'ora, riprendere la pasta e stenderla in una teglia di almeo 26 cm di diametro e forare la pasta stesa con i rebbi di una forchetta. Per evitare che l'impasto si gonfi, apporre un peso sopra la pasta: si può utilizzare una teglia poco più piccola di quella usata oppure della carta da forno riempita completamente di fagioli secchi.
Infornare per 20 minuti circa.

Una volta pronta questa base, lasciarla raffreddare e - a meno che non si voglia presentare la torta nella stessa teglia utilizzata per la cottura - trasferirla sul vassoio su cui la si servirà.

Si passa quindi al ripieno.
Per il primo strato, fondere 150 g di cioccolato a bagnomaria e versarli sulla base, stendendolo il più uniformemente possibile. Lasciare quindi raffreddare in frigorifero finché il cioccolato non sarà tornato solido. Occorrerà un'oretta.
Per il secondo strato, scaldare la panna in un pentolino e versarla in una ciotola dove si siano messi 300 g di cioccolato fondente a pezzetti; mescolare bene fino alla completa fusione del cioccolato. Incorporare quindi i tre tuorli e i 40 g di burro. Mescolare bene e versare la crema così ottenuta sulla torta, stendendola uniformemente.

Lasciare raffreddare prima fuori poi dentro al frigorifero per almeno un'ora.


Bella, vero? ^_^


Il mio risultato (le foto sono relative alla prima volta in cui provai a fare questa torta) è stato un po' più "gonfio" di come dovrebbe essere, perché non avevo dei fagioli e utilizzai una teglia che era un po' troppo più piccola rispetto alla base della torta... Può essere un'interpretazione diversa, comunque, anche questa del bordo spesso! ^O^

Che dire? Spero che possiate permettervi una fetta di questa meraviglia! Se non sapete cosa fare in una giornata uggiosa di pioggia, vi suggerisco di avventurarvi in questa ricetta!

Arrivederci e buon sabato!

venerdì 3 gennaio 2014

Crostata d'uva

Rieccomi qui... e finalmente con una nuova ricetta!
Quella che vi propongo oggi è una semplice crostata, che ho preparato con della marmellata di uva artigianale, ottima ma poco dolce per i miei gusti. Ho pensato che fosse meglio sfruttata all'interno di un bell'involucro di pasta frolla, più che su una fetta di pane o su una fetta biscottata a colazione, così ecco qua il risultato!
Come sempre non ho inserito burro, ma olio, nell'impasto ^___^ .



Ingredienti 

* 300 g di farina "0" o "00"
* 100 g di zucchero
* Un cucchiaino di lievito per dolci
* Una bustina di vanillina
* Due uova
* 90 g di olio extravergine d'oliva
* Marmellata di uva a volontà





Preparazione 

Setacciare la farina, il lievito, la vanillina e lo zucchero; mescolare bene con una forchetta e aggiungere le uova; continuare a mescolare fino ad avere un impasto sbriciolato. Aggiungere quindi l'olio e impastare fino a ottenere una pasta untuosa e compatta. Avvolgere in un foglio di pellicola per alimenti e porre a riposare in frigorifero per circa mezz'ora.
Nel frattempo foderare una tortiera tonda di diametro 22 cm (o poco più) con della carta da forno. 
Trascorsa la mezz'ora, stendere circa tre quarti della pasta in un disco rotondo spesso circa mezzo centimetro e porlo nella tortiera, modellando i bordi che dovranno essere alti circa un centimetro.
Spalmare un bello strato di marmellata su tutto il disco di pasta, senza ovviamente sorpassare i bordi della crostata. 
Con la pasta restante formare delle striscioline di circa 3 mm di spessore e disporle una ad una, con cautela, sopra la marmellata, incrociandole per ottenere il tipico aspetto della crostata.
Infornare a 180 °C per circa 20 minuti o finché la pasta non sarà un pochino abbronzata.
Ecco qua!



Non credo di avere molto da insegnare ai lettori, con questa ricetta, però anche la semplicità non è mai scontata, secondo me, quindi spero che gradiate la mia versione di crostata di uva!

Arrivederci a presto, spero con una nuova ricetta! ^___^

giovedì 2 gennaio 2014

Piccolo regalo!

Buonasera!
Ancora purtroppo non ho avuto tempo di scrivere per bene nuove ricette (mammamia, che pelandrona! >.<), ma oggi voglio comunque scrivere qualcosa.
Un bel ringraziamento alla gentile Simonetta, che mi ha regalato il "Gufetto porta fortuna" per la simpatia di questo sito... Grazie!!! ^____^

Invito tutti voi a sostenere il sito di Simonetta, ecco qui dove trovarlo!


Buon anno ancora e arrivederci a presto!!!

mercoledì 1 gennaio 2014

Buon anno!!!

Il 2013 è ormai trascorso, auguro a tutti voi che passate un meraviglioso 2014, che porti tanti tanti miglioramenti nella vostra vita!!!

AUGURI di BUON ANNO!!!!!!!!!!!!