mercoledì 27 novembre 2013

Castagnaccio!

Buonasera!
Novembre è il mese delle castagne e dei marroni, è il tempo in cui per le strade del centro si sente il caratteristico odore delle caldarroste, quando ci si stringe al calduccino del proprio cappotto all'arrivo del primo freddo... Beh, è il mese del mio compleanno, non potrei non amarlo! ^__^
A proposito di castagne, non passa un autunno in cui non mi gusti le buonissime e semplicissime "ballotte" (come chiamiamo a Firenze le castagne o i marroni lessi, che adoro), le caldarroste, le frittelle di farina dolce e... il castagnaccio! E' di quest'ultimo che oggi vi parlerò: per chi non lo conoscesse (a quanto ne so è un dolce tipico di Toscana e regioni limitrofe), è un semplice dolce a base di farina di castagne, detta anche "farina dolce". Eccolo qua!




Ingredienti 
 
* 250 g di farina dolce
* un bicchiere e mezzo d'acqua
* Un cucchiaio l'olio extravergine d'oliva
* Qualche noce sgusciata e spezzettata
* Pinoli
* Uva sultanina
* Un rametto di rosmarino 


Preparazione

Setacciare la farina, quindi aggiungere l'acqua e mescolare bene, fino ad avere un composto non molto sodo (se occorre aggiungere acqua o farina); aggiungere l'olio e continuare a mescolare.
Ungere bene una teglia rettangolare di circa 20x30 cm e versarvi il composto. L'altezza del dolce dovrebbe essere di circa 1 cm, anche se c'è chi lo preferisce più sottile. Spargere le noci, i pinoli, il rosmarino e l'uva sultanina sulla superficie e terminare con un filo d'olio.
Infornare a 180 °C per circa 20 minuti o un po' di più (dipende dall'altezza che si sarà ottenuta), finché i bordi non saranno più "marroncini".




Il gusto del castagnaccio può non piacere, infatti non è dolcissimo, non contenendo zucchero di per sé (se non quello delle castagne!); la bontà, per la mia esperienza, dipende dalla farina: se troverete una buona farina dolce, sicuramente il risultato sarà più gradevole!
Per chi non apprezza il leggero retrogusto amarognolo della farina di castagne, però, questo dolce non sarà mai abbastanza buono. Io da bambina non lo mangiavo, ora invece ne divorerei teglie intere! ^O^

Spero che proviate questa ricetta, fatemi sapere!!!

sabato 23 novembre 2013

Una strana torta!

Salve!!! ^___^
Eccomi tornata, come sempre sono presa dalle tante cose da fare e non riesco a portare avanti quotidianamente il mio piccolo sito... Però oggi rimedierò, proponendovi una torta piuttosto particolare, nata dall'esigenza di utilizzare delle patate che avevo in grande quantità. E' una ricetta un po' lunga, ma non è tempo sprecato se vi piacciono i dolci un po' umidi. Sto parlando della torta dolce di patate, di cui ho trovato qui la ricetta, che ho prontamente "semi-decolesterolizzato" (purtoppo il colesterolo delle uova c'è!) sostituendo il burro con l'olio extravergine d'oliva.

Foto "al naturale" (senza flash)
  
Ingredienti 

* 1 kg di patate
* 40 g di olio extravergine d'oliva 
* 250 ml di latte
* 200 g di zucchero
* 3 uova
* 110 g di farina "0"
* 30 g di zucchero a velo


Foto con flash, vista dall'alto ^_^


Preparazione 

Sbucciare le patate, tagliarle a pezzetti e bollirle per circa 30 minuti.
Mettere le patate, l'olio e il latte in una casseruola e cuocere su un fornello, a fuoco dolce, fino a ottenere un composto  morbido, simile a un purè. Aggiungere quindi lo zucchero e farlo scioglere completamente, continuare a mescolare. Spegnere il fuoco.
Separare i tuorli dagli albumi e unire i primi al composto; amalgamare bene, quindi aggiungere 100 g di farina setacciata. Montare gli albui a neve ben ferma e unirli al resto. Foderare di carta da forno od oliate una teglia tonda di 22 cm di diametro e versarvi il composto.
Cuocere in forno a 180 °C per 25-30 minuti. Lasciare intiepidire e sformare la torta una volta fredda. Al momento di servirla spolverizzarne la superficie con zucchero a velo.
Gnam!

Una fetta!


Sinceramente non conoscevo questa torta, è particolare, rimane umida, sembra un incrocio tra una torta classica e un budino, però non è male!
Provatela e fatemi sapere! ^.^

domenica 10 novembre 2013

Buona domenica!

Cari seguaci, purtroppo ancora non ho avuto tempo per scrivere nuove ricette, ma spero al più presto di proporvene una nuova!
Intanto vi auguro una buona domenica e un buon inizio settimana per domani!
Vi lascio una foto rilassante che scattai questa estate

Un pino di Montesenario (FI)


A presto!!! ^___^

martedì 5 novembre 2013

Crema di zucca con funghi porcini

Buonasera! ^__^
In questo periodo sono di stagione le zucche, tra cui quelle gialle, che personalmente mangio raramentem quindi non conosco benissimo. Tempo fa avevo una bella zucca e cercai una ricetta per sfruttarla al meglio. La ricerca portò a una bellissima scoperta: la crema di zucca con funghi porcini!
Purtroppo, sebbene l'abbia cucinata più volte e anche recentemente, mi sono sempre dimenticata di fotografarla, quindi sono costretta a mettervi una foto "non vera", ma vi prometto che la prossima volta m'impegnerò a fotografare la mia versione!

Da http://ricette.donnamoderna.com/crema-di-zucca-con-funghi-2

Preparare questa gustosa pietanza richiede un po' di tempo, ma anche in questo caso ne vale la pena!

Ingredienti (per 4 persone circa)

* 500 g di polpa di zucca
* 300 g di funghi porcini
* Due bicchieri di latte
* Una cipolla
* Un porro
* Uno spicchio d'aglio
* Due cucchiai di prezzemolo tritato
* Due cucchiai di pinoli
* Olio extravergine d'oliva
* Sale q. b.
* Pepe (se piace)


Preparazione 
Pelare la cipolla, lavare il porro e tritarli finemente con una mezzaluna; tagliare la polpa di zucca a pezzetti. Pulire i funghi con un panno umido per togliere eventuali parti di terra e tritarli grossolanamente.
In una padella antiaderente scaldare un po' d’olio e farvi rosolare il trito di cipolla e porro a fuoco dolce. Aggiungere la zucca a pezzi e mescolare con un cucchiaio di legno; incorporare il latte. Salare, se necessario e proseguire la cottura per 25 minuti.
In un'altra padella scaldare un cucchiaio d’olio e farvi rosolare lo spicchio d'aglio senza pelarlo. Aggiungere i funghi, spolverizzare con il prezzemolo tritato e mescolare. Aggiungere i pinoli e proseguire la cottura, mescolando di tanto in tanto, fino a quando l'acqua di vegetazione dei funghi non sarà evaporata.
Quando la zucca sarà ben cotta, toglierla dal fuoco e lasciarla intiepidire. Ridurla poi in una crema liscia e omogenea con un passaverdura o un frullatore. Aggiungere i funghi trifolati e mescolare bene. Servire calda ed eventualmente spolverarla con un po' di pepe al momento della degustazione. Buon appetito!

Il gusto di questa crema è particolare, delicato, pieno di sfumature, credo che piacerà a molti!

Arrivederci a presto! 

lunedì 4 novembre 2013

Biscotti di mais con gocce di cioccolato

Salve, cari lettori!
E' lunedì, la settimana ricomincia dopo tre giorni di riposo, è dura ma è anche bello rimettersi a lavoro.
Oggi vi lascio una ricetta abbastanza rapida e semplice, quella di simpatici biscotti di farina di mais con gocce di cioccolato, che scoprii due anni fa e non faccio da tanto tempo... Mi è venuta voglia di prepararli di nuovo! ^__^


Ecco qua la ricetta!

Ingredienti 

* 300 g di farina di mais fine (non quella da polenta, ovviamente)  
* 100 g di farina 00  
* un cucchiaio di miele  
* 100 g di zucchero  
* un cucchiaio d'olio extravergine d'oliva
* 3 uova  
* 50 g di cioccolato fondente in "gocce"


Preparazione 

Innanzi tutto, se avete del cioccolato fondente in casa, sminuzzatene 50 g in piccoli pezzettini, creando così le "gocce"; se invece preferite le cose già fatte, cercate al supermercato una confezione di "gocce di cioccolato". Riunire in una ciotola le uova, lo zucchero, il miele e l'olio e sbatterli per circa 3 minuti con una frusta elettrica; setacciare e aggiungere la farina di mais e la 00 e le gocce di cioccolato, quindi mescolare con un cucchiaio di legno fino a ottenere un composto morbido e compatto, piuttosto "appiccicoso". Infarinarsi le mani e con l'impasto formare delle palline e schiacciarle, quindi adagiarle su una teglia (anche direttamente su quella del forno) foderata di carta da forno. Cuocere in forno a 180 °C per 12-15 minuti o comunque finché la parte sottostante dei biscotti non sarà un po' dorata. Togliere i biscotti dal forno e farli raffreddare.

Che dite? Sono semplici, no? Attendo responsi!

Buona giornata e a presto!!! ^D^

sabato 2 novembre 2013

Tortino di patate

Buon pomeriggio! ^__^
Oggi è la festa dei defunti e non posso non fare una piccolissima digressione su mio nonno, che è venuto a mancare ormai tre anni e dieci mesi fa. Lo ricordo come un nonno distinto e allo stesso tempo tenero, che nutriva un amore sincero per i suoi nipoti (io e mio fratello) che hanno avuto il grandissimo dono di conoscerlo. Un nonno medico, che si presentava con una certa austerità, ma che smascherava con noi una tenerezza enorme, arrivando anche a costruire per mio fratello, appassionato di trenini, un bellissimo plastico con le sue mani. Insomma, un nonno meraviglioso, che putroppo non ci sarà al mio ormai prossimo matrimonio (mancano meno di sette mesi!) ma che rimarrà sempre nel mio cuore.

Basta così, non vi tedio oltre.
Oggi vi propongo una ricetta salata un po' lunga da eseguire ma utile per usare patate che avete in dispensa da troppo tempo, per preparare qualcosa che possa essere portato via per un pranzo a sacco o semplicemente per gustare qualcosa di diverso a base di patate: ecco a voi il tortino di patate, ricetta che ho leggermente modificato da qui




Ingredienti (per un piccolo tortino da due persone)

* 400 g di patate
* Mezza mozzarella oppure due sottilette (meglio leggere, light)
* 50 ml di latte (io l'ho usato scremato)
* Un cucchiaio e mezzo di parmigiano reggiano grattugiato
* Un cucchiaino d'olio extravergine d'oliva
* Sale q. b.
* Noce moscata


Preparazione 

Sbucciare le patate e metterle a bollire per circa mezz'ora o finché non saranno morbide. Scolare le patate e passarle con il passaverdure; porle in una ciotola e aggiungervi il latte, il parmigiano grattugiato e il sale.
Rivestire una piccola pirofila (di diametro circa 15 cm) con carta da forno e mettervi metà del composto di patate; aggiungere la mozzarella a fette o le sottilette in un unico strato e versarvi sopra il resto del composto. Spolverare con un po' di noce moscata e infornare a 200 °C per 15-20 minuti, finché la superficie del tortino non sarà dorata.
Servire caldo o, se prevedete un pranzo a sacco e siete alla sera prima, farlo raffreddare per il giorno seguente: è buono anche a temperatura ambiente! ^__^


Spero che questa ricetta vi sia piaciuta, io l'ho sfruttata per utilizzare dell patate in esubero che avevo in dispensa.

Arrivederci a presto! ^__^