giovedì 31 ottobre 2013

Torta semolino e cioccolato

Buonasera!!!
Oggi torno alle torte dolci, vi voglio presentare la mia torta al semolino e cioccolato, un'opera un po' lunga ma per cui vale decisamente la pena passare del tempo in cucina!
Eccola qua ^__^



Ingredienti 

Per la pasta frolla:
* 300 g di farina
* 130 g di olio extravergine d'oliva oppure 200 g di burro
* 100 g di zucchero
* 3 tuorli d'uovo

Per la farcitura
* 150 g di semolino
* Mezzo litro di latte
* Una bustina di vanillina
* 250 g di zucchero
* 200 g di cioccolato fondente
* 150 ml di panna fresca
* 2 tuorli d'uovo
* 30 g di burro (io l'ho preso "leggero")


Preparazione 

Bollire latte, zucchero e vanillina e aggiungere gradualmente il semolino portando a cottura; far raffreddare. Nel frattempo preparare la pasta frolla (cfr. qui per i passaggi, ovviamente escludendo il cacao amaro) e stenderla in una teglia; porla in forno a 180 °C per 5-7 minuti, toglierla dal forno, stendervi sopra il semolino, quindi infornarla di nuovo a 180 °C per 15 minuti. 
Intanto, scaldare la panna in un pentolino per circa tre minuti e versarla in una ciotola dove si sia messo il cioccolato a pezzetti e mescolare bene con una frusta a mano fino alla completa fusione del cioccolato. Incorporare quindi i tre tuorli e i 30 g di burro e mescolare bene.
Quando la torta sarà pronta, versarvi sopra la farcitura al cioccolato; fare raffreddare per un po' a temperatura ambiente e poi in frigorifero per una-due ore.

Questa è una torta pesante, per quanto cerchi sempre di limitare il colesterolo... C'è poco da fare, per rendere la farcitura cioccolatosa di una consistenza semi-solida l'unico modo che ho trovato - dopo numerosi tentativi - è stato questo! ^O^
Semel in anno licet insanire, dicevano i latini: una volta all'anno si può impazzire; insomma, ci si può anche permettere qualcosa di più pesante ogni tanto! Se poi si fanno 10 km in bici oppure si va a nuotare, stiamo tranquilli che rimarremo in linea!

Arrivederci a presto!!!

martedì 29 ottobre 2013

Melanzane alla parmigiana leggere

Buon pomeriggio!

Nel poco tempo in cui questo sitino è vissuto, ho pubblicato quasi tutte ricette dolci, come dicevo ieri... Sebbene mi piaccia meno cucinare salati, ecco a voi una ricettina che inventai un po' di tempo fa, avendo a disposizione delle melanzane che volevo consumare in modo più saporito rispetto alla classica cottura alla griglia. Si tratta di una sorta di parmigiana, ma decisamente più leggera e semplice: l'ho chiamata pseudo-parmigiana di melanzane. ^___^



Ingredienti (per due porzioni circa)

* Una melanzana
* Tre sottilette (io le ho prese "Light")
* Parmigiano reggiano
* Passata di pomodoro
* Origano
* Sale
* Olio extravergine d'oliva


Preparazione 

Tagliare la melanzana a fettine trasversali; porre le fettine in uno scolapasta con un po' di sale e lasciarle a sgrondare per mezz'ora coperte da un peso.
Passato il tempo, sciacquare le melanzane.
Prendere una pirofila e porvi della carta da forno o solo dell'olio sul fondo (meglio la prima, secondo me, si attaccano meno!). Disporre su tutto il fondo della pirofila alcune fettine di melanzane; su ogni fettina versare della passata di pomodoro e porre un pezzetto di sottiletta. Terminato questo primo strato, spolverare con del parmigiano grattugiato, un pizzico di sale, origano e un filo d'olio. Ripetere i passaggi precedenti facendo un secondo ed eventualmente un terzo strato di melanzane. 
Mettere in forno a 200 °C per circa 20 minuti o finché le sottilette non saranno fuse al punto giusto.

Non è una parmigiana, è solo un modo (per me) gustoso per mangiare le melanzane... e anche questa è una ricetta quasi anti-colesterolo (sì, c'è il formaggio, ma non tanto!) e non troppo pesante! ^O^

Fatemi sapere se vi sembra una cavolata, questa è tutta farina del mio sacco, un vero chef potrebbe inorridire! ^D^

A presto! -___^

lunedì 28 ottobre 2013

Torta di mele e ricotta al profumo di cannella

Buonasera! ^__^
Si ricomincia la settimana con un'ora in più: fa giorno prima, anche se purtroppo a quest'ora è già buio... Ma così è, c'è poco da fare, siamo nella stagione fredda, che ha i suoi lati positivi. Tra questi c'è la possibilità - quando si ha tempo - di tenere acceso il forno senza fare la sauna, quindi di questi tempi mi sbizzarrisco con le torte e i biscotti (come avrete notato, le mie ricette sono quasi tutte dolci ^D^).
Oggi vi propongo un'altra ricetta semplice e umile, ancora più facile di quella precedente: la torta di mele e ricotta al profumo di cannella. Eccola qua, decorata con dei pinoli in superficie!



Ingredienti 

* 300 g di farina
* 2 uova
* 35 g di olio di semi
* 70 g di zucchero
* 2 mele
* 150 ml di latte scremato
* 250 g di ricotta vaccina 
* Una bustina di vanillina
* Una bustina di lievito per dolci
* Un cucchiaino di cannella in polvere
* Un pizzico di sale
* Pinoli (per decorare, se vi piacciono)


Preparazione

Mescolare energicamente con un mestolo le uova con lo zucchero; incorporare la ricotta dopo averla lavorata con una forchetta e continuare a mescolare. Aggiungere l'olio, il latte, poi la farina setacciata con il lievito, la cannella e il pizzico di sale. Tagliare le mele a cubetti (lasciandosi un quarto di mela per guarnire) e incorporarle al composto. Versare l'impasto in una tortiera rivestita di carta da forno e cuocere a 170 °C per 45 minuti circa.



... Che ve ne pare?
Anche questo è un dolce che va abbastanza bene per chi ha il colesterolo alto, contiene due uova ma non ha traccia di burro e il latte è scremato. Certamente, se non avete problemi di linea/salute, potete sostituire l'olio con il burro e il latte scremato con latte intero... Ma è una torta tanto buona così, perché appesantirla?! ^__^

Arrivederci a presto!!!

sabato 26 ottobre 2013

Un altro "Link Party"!

Ebbene sì, ho deciso di partecipare a un'altra iniziativa  per conoscere e far conoscere nuovi siti! Dopo aver aderito al Full moon link party a inizio mese, oggi aderisco all'October Linky Party, promosso dal sito Calendula & Camomilla .
Partecipate anche voi, se avete un sito!!! Basta che clicchiate sull'immagine sottostante. ^___^ 


A presto!!!

Torta di cioccolato e pere

Salve!!!
Scusate l'assenza, come sempre, ancora non riesco a organizzarmi bene, ma spero in futuro di migliorare sempre di più e scrivere eventualmente le ricette in anticipo, se saprò che il giorno seguente non potrò scriverne. Non faccio promesse, per scaramanzia, però spero proprio di riuscire nel mio intento... Non voglio far morire il mio sitino! ^D^
Oggi è sabato, per me finalmente un sabato libero dato che gli scorsi avevo sempre impegni... Che bello! Inoltre sono felice perché stanotte dormiremo un'ora in più, grazie all'ora solare! Mi ci voleva proprio! ^__^
Che ricetta vi propongo oggi? Un altro dolce, una bella torta che ho fatto qualche tempo fa e che ho consumato nelle mie colazioni dei giorni successivi: una torta di cioccolato e pere. Si tratta di una ricetta semplice, che richiede solo due passaggi un pochino più noiosi (fondere il cioccolato e montare gli albumi) e per chi apprezza l'accostamento tra cacao e pere è una delle cose più deliziose! ^P^ 




Ingredienti 

* 300 g di farina
* 240 g di zucchero
* 300 ml di latte
* Un uovo
* Un pizzico di sale
* Una bustina di lievito per dolci
* 30 g di cacao amaro in polvere
* 30 g di cioccolato fondente

Preparazione 

Tagliare le pere a tocchetti di circa 1 cm di lato; lasciare un quarto di pera da tagliare a spicchi; mettere la parte. Setacciare la farina, lo zucchero e il cacao in polvere e mescolare con una forchetta. Dividere il tuorlo dall'albume dell'uovo e porlo nella ciotola con gli altri ingredienti, tenendo da parte l'albume; aggiungere il latte e continuare a mescolare. Aggiungere il lievito.
A parte, montare a neve l'albume con un pizzico di sale. 
Fondere il cioccolato a bagnomaria e aggiungerlo al composto; aggiungere quindi l'albume e le pere e mescolare con un mestolo dal basso verso l'alto (per non fare "smontare" l'albume).  Mettere il tutto in una teglia di 22 cm di diametro e decorare la superficie con degli spicchi di pera. Infornare a 180 °C percirca 40 minuti o finché la torta non sarà asciutta al suo interno.

Che ve ne pare?


In questa foto si nota come la torta mi sia lievitata, sembra una montagna! O.o Magari c'è una ragione scientifica: forse, essendo un po' di fretta, ho mescolato poco e il lievito è rimasto più al centro... Qualcuno di voi ha idee?
In ogni modo, nonostante l'aspetto strano, vi assicuro che il gusto è ottimo!
Fatemi sapere se proverete questa ricetta! ^___^

A presto!!!

giovedì 17 ottobre 2013

Torta di yoghurt con noci e nocciole

Buonasera! ^__^

Anche oggi voglio proporvi una ricetta dolce, questa volta una torta, semplice e abbastanza leggera, che ho provato un po' di tempo fa inventandola con la mia testa. 
Ecco a voi la mia Torta di yoghurt con noci e nocciole!




Ingredienti 

* 300 g di farina
* 320 g di zucchero
* 170 g di yoghurt greco intero
* 170 g di yoghurt greco magro (0% di grassi)
* 2 uova
* Una bustina di lievito per dolci
* 100 g di noci sgusciate
* 100 g di nocciole sgusciate
* Scorza di mezzo limone grattugiata


Preparazione  

Tritare noci e nocciole e riporle da parte. In una ciotola capiente mettere yoghurt e zucchero e mescolare con una frusta a mano. Una volta ottenuta una crema omogenea, aggiungere le uova, la farina, il lievito, la scorza di limone e le noci e nocciole tritate. Amalgamare bene ottenendo un impasto ben denso. Oliare o foderare di carta da forno una teglia di 28 cm di diametro e versarvi l'impasto. Infornare a 180 °C per circa 40 minuti, finché uno stecchino infilato al centro della torta non ne uscirà asciutto. 

Ecco una sezione da vicino...



E' un'ottimo modo di cominciare una giornata, a colazione questa bella tortina è ideale, anche inzuppata nel latte, caffellatte, tè o qualsiasi altra bevanda calda beviate! ^__^

Alla prossima!!! 

lunedì 14 ottobre 2013

Biscottini allegri!

Buonasera, cari lettori!

Se mi sono scusata quattro giorni fa per due giorni di assenza, oggi mi scuso il doppio: sono giorni faticosi e impegnati, non ho fatto in tempo a scrivere nulla! 
Per farmi perdonare vi proporrò una ricetta dolce, semplice ma di grande effetto, soprattutto se volete preparare qualcosa di carino per degli ospiti, soprattutto nella stagione fredda: i biscottini di pasta frolla al cioccolato!


 

Ingredienti

* 300 g di farina 0

* 100 g di zucchero
* 90 g di olio extravergine d'oliva
* 2 uova
* 1 cucchiaino di lievito per dolci
* 1 bustina di vanillina
* 30 g di cacao amaro
* Un pizzico di sale
* Palline di zucchero / altre decorazioni per dolci (se volete)


Preparazione

Setacciare la farina, lo zucchero, la vanillina, il lievito e il cacao e amalgamare bene; aggiungere le uova e il pizzico di sale e continuare a mescolare ottenendo un composto "sbricioloso". Aggiungere quindi l'olio e impastare con le mani fino a ottenere un impasto untuoso e compatto. Lasciare riposare per mezz'oretta in frigorifero la pasta frolla così ottenuta, appallottolata e avvolta in un foglio di pellicola (se non avete tempo, però, questo passaggio può essere saltato).
Stendere la pasta con un mattarello fino ad avere uno spessore di circa 5 mm e tagliarla con delle apposite formine, disponendola via via sulla teglia del forno precedentemente foderata di carta da forno. Questo è il momento in cui vi potete sbizzarrire! Io - come avrete notato dalla foto - ho fatto orsetti, cuori, stelle, paperotte e bassotti e mi sono divertita a colorarli e ravvivarli dotando gli animali di occhi e stelle e i cuori di bricioline colorate. Sono biscotti un po' da bambini! ^D^
Cuocere quindi a 180 °C per 15-20 minuti, facendo attenzione alla consistenza, più che al colore (non si giudica bene come per la pasta frolla normale, essendo il cacao scuro). All'uscita dal forno i vostri biscottini dovrebbero essere appena cedevoli al tatto, non troppo duri perché a quel punto potrebbero essere un pochino bruciati. Attenzione!


Come avrete notato, ho utilizzato dell'olio al posto del burro, per la pasta frolla, perché detesto con tutto il cuore il colesterolo. Ovviamente, se preferite la pasta frolla classica, non dovrete far altro che sostituire i 90 g d'olio con 150 g di burro ^__^ .

Spero che questi semplici biscotti vi rallegrino come rallegrano me quando li faccio... e quando li mangio! ^D^

A presto!

 

giovedì 10 ottobre 2013

Torta salata di farro e zucchine

Buonasera, cari lettori!

Innanzi tutto mi scuso per essere stata assente per questi due giorni, sono stata più impegnata del solito e non ho potuto aggiornare il sito. Inoltre ringrazio chi si è aggiunto ai miei "Lettori" di Google e di Blogger, grazie ai quali spero che il mio piccolo sito crescerà!

Ora, però, andiamo al sodo: vi presento la ricetta di oggi, ovvero  la torta salata di farro e zucchine
Eccola qua!




Ingredienti 

* 200 g di farro
* 2 uova 
* 100 ml di latte 
* 30 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
* 500 g di zucchine
* 2 cipollotti di Tropea
* Un mazzetto di basilico fresco 
* 4 cucchiaini d'olio extravergine d'oliva
* Noce moscata
* Sale


Preparazione

Cuocere il farro seguendo le indicazioni riportate sulla confezione, scolarlo e raffreddarlo sotto l'acqua corrente. Mescolare il farro in una ciotola con il Parmigiano, il latte e un po' di noce moscata grattugiata.
Pulire le zucchine e tagliuzzarle o grattugiarle con una grattugia a fori grandi. Tagliare i cipollotti a fettine e rosolarli in padella con quattro cucchiaini d'olio; unire le zucchine e cuocere a fuoco alto per 3-4 minuti; aggiungere al farro. Salare,aggiungere le foglioline di basilico sminuzzate e mescolare. Prendere le uova, separare i tuorli dagli albumi e unire i primi al farro e alle zucchine. Montare gli albumi con un pizzico di sale e amalgamarli al resto. Versare il composto in una teglia di diametro di 18 cm rivestita con carta da forno. Cuocere in forno a 180 °C per 45 minuti circa; servire la torta tiepida.



Di questi tempi, con il freddo che inizia a farsi sentire, sarà gradevole mangiare questa torta calda, ma se dovete prepararvi un pranzo a sacco va bene lo stesso, è un pasto ideale!

Ecco una foto con una visuale un po' diversa...


... Come vi sembra? 

Beh, buon appetito e a presto!!! ^___^

lunedì 7 ottobre 2013

Pagnotta di patate... riciclata!

Probabilmente sarà capitato anche a voi di avere delle patate in eccesso, che poverine andavano utilizzate per forza perché erano rimaste in dispensa troppo a lungo... Ecco, questo è ciò che mi è accaduto un po' di tempo fa, quando inizialmente optai per degli gnocchi, poi decisi di utilizzare parte dell'impasto per una pagnotta!
Non avevo abbastanza tempo per fare tanti gnocchi quanto era l'impasto, questa è la realtà... -__- ma devo dire che non è andata male nemmeno virando la ricetta! Così ho realizzato una pagnotta azima di patate. Perché "azima"? Perché non avevo il lievito! ^O^




Ingredienti

* 1 Kg di patate
* 600 g di farina
* Un uovo
* Sale q. b.


Preparazione

Lavare bene le patate e lessarle con la buccia per circa mezz'ora, finché non saranno molto morbide; scolarle e sbucciarle (eventualmente raffreddandole con acqua fredda), quindi passarle con il passaverdure.
In una ciotola capiente unire la farina, le patate passate, il sale e l'uovo. Mescolare con una forchetta poi impastare con le mani finché il composto non sarà morbido. Se nell'impasto il composto risulta "appiccicoso", aggiungere un po' di farina. La consistenza che ho ottenuto era piuttosto "cedevole", più soffice di quella della pasta del pane.
Prendere una teglia, foderarla con carta da forno e porvi l'impasto preparato.
Cuocere in forno a 180 °C per circa 40 minuti o finché la pagnotta non sarà dorata in superficie.

Ecco qui un particolare...



Devo dire che all'interno è molto compatta e quasi umida, caratteristica che può non piacere. Io l'ho gradita e credo che prima o poi rifarò questa pagnotta, questa volta non per caso ma volutamente!
Vi consiglio di provarla tagliandone un pezzettino longitudinalmente e farcendola con prosciutto e formaggio, a me è piaciuta tantissimo!

Unica controindicazione: le kilocalorie, che sicuramente non sono poche e vanno smaltite se ci si vuole concedere un pezzo di pagnotta in più!

sabato 5 ottobre 2013

Torta integrale al cioccolato

Non so che tempo faccia in altre parti d'Italia, ma qui a Firenze piove ininterrottamente da stanotte. 
Quest'atmosfera mi fa venire voglia di té caldo con qualcosa di dolce, che siano biscotti o un pezzettino di torta...
Ebbene, a proposito di torte, oggi vi proporrò la ricetta di un dolce che feci quando abitavo a Pisa, circa un anno fa: la torta integrale al cioccolato!



Ingredienti (per una teglia rotonda di diametro 28 cm)

* 350 g di farina di frumento integrale
* 250 g di zucchero
* Due uova
* Un bicchiere di latte
* Mezzo bicchiere d'acqua
* Cacao in polvere
* Una bustina di lievito per dolci
* Un filo d'olio


Preparazione  

Setacciare la farina; aggiungere lo zucchero, le uova e il latte; setacciare il cioccolato e il lievito una volta che si sia un po’ impastato il tutto. Amalgamare bene insieme al filo d’olio e versare l'impasto in una teglia rotonda di 28 cm di diametro precedentemente oliata o imburrata (eventualmente con carta da forno sul fondo). Cuocere in forno a 180 °C per 35 minuti circa o comunque fino a positività alla prova dello stecchino (ovvero finché, inserendo uno stecchino nel centro della torta, questo non rimarrà asciutto ^D^). 

E' una torta non troppo calorica, quindi se siete a dieta e dovete proprio mangiare qualcosa di dolce e "morbidoso" vi sentirete meno in colpa se assaggerete un pezzettino di questa (per me) prelibatezza. Il gusto è un po' particolare, data la farina integrale, è più deciso, ma proprio per questo l'apprezzo!

Provatela e fatemi sapere! ^__^
 

venerdì 4 ottobre 2013

Un'iniziativa per chi ha un proprio sito!

Salve a tutti!
Non so chi e quante persone saranno passate di qua, ma è bene sempre pensare che ce ne saranno sempre di più, augurandosi che questo piccolo sito cresca e si riveli piano piano sempre più utile a voi avventori. Capisco che sia ancora molto scarno, essendo appena nato, ma sarò infinitamente grata a chiunque mi sosterrà!
A questo proposito, per far conoscere il mio piccolo angolino e per conoscere nuove persone che come me si dilettano a scribacchiare su un loro spazio internet, partecipo al "Full Moon Link Party" di Last Quarter. E' una bella iniziativa, non c'è che dire! 
Per chi volesse partecipare, basta cliccare qui o sull'immagine:



... Facile, no? ^__^

Auguro a tutti un bellissimo pomeriggio e vi do appuntamento alla prossima ricettina!

giovedì 3 ottobre 2013

Una ricetta di stagione: la schiacciata con l'uva!

Di questi tempi a Firenze e dintorni tra i banchi del supermercato, dal fornaio e nei negozi di alimentari si può trovare una specialità tipica di settembre-ottobre, fatta con uva nera da vino: la schiacciata con l'uva!
Questo dolce è molto semplice - come molte ricette toscane - e veniva preparato ai tempi della vendemmia, tradizionalmente con l'uva di varietà Canaiolo. Ancora oggi è diffusa e ogni settembre l'aspetto con l'acquolina in bocca, soprattutto quella preparata da una mia nonna!

Qualche giorno fa mi sono cimentata nella preparazione della schiacciata con l'uva "originale", fatta con due strati di pasta da pane. Esistono, infatti, varianti "empiriche", ottime ma più veloci, come quella della mia nonna, che sfruttano il lievito istantaneo e contengono l'uva mescolata nell'impasto.

Bene, ma andiamo al sodo: ecco la "mia" versione!





Ingredienti (per una teglia di 27x32 cm)

* 300 g di farina
* 10 g di lievito di birra
* Un bicchiere d'acqua
* Due cucchiai di olio extravergine d'oliva
* Un pizzico di sale 

* 800 g di uva nera da vino (con acini piccoli)
* Due cucchiai di zucchero per la pasta + 10 cucchiai per le "spolverate"


Preparazione 

Mettere la farina in una ciotola e aggiungervi due cucchiai di zucchero; stemperare il lievito spezzettato nel bicchiere d'acqua finché non si sarà sciolto e unire alla farina poco a poco, mescolando con una forchetta. Aggiungere l'olio (un cucchiaio o due, a vostro piacimento) e impastare con le mani; aggiungere il pizzico di sale e continuare a impastare fino a ottenere una pasta morbida ed elastica.
Formare una palla con la pasta e riporla a lievitare, coperta da un canovaccio, in un luogo a riparo da correnti e sbalzi di temperatura (per esempio il forno spento oppure il forno a microonde, sempre spento ^D^).
Attendendo le due ore, lavare l'uva e staccarne gli acini, quindi riporli in una scodella e preparare la teglia foderandola con carta da forno.
Trascorse le due ore, dividere la pasta in due palle più piccole, una un pochino più grande dell'altra.
Stendere la palla più grande con un mattarello su un piano infarinato fino a ottenere le dimensioni dell'area di base della teglia o un po' di più: porre la pasta così stesa nella teglia facendone rimanere i bordi "aperti. Ricoprire lo strato di pasta con metà degli acini d'uva e spolverarli con circa 5 cucchiai di zucchero; aggiungere un filo d'olio. Stendere anche la seconda palla di pasta e appoggiarla sopra l'uva, quindi ricoprirla con i restanti acini d'uva e di nuovo spolverare con 5 cucchiai di zucchero. Ripiegare i margini della pasta sottostante sopra a quelli dello strato superiore. Guarnire con un filo d'olio.
Infornare a 150 °C per 45-50 minuti, finché non sarà un po' dorata ai bordi.
Quando la schiacciata uscirà dal forno dovrà raffreddarsi per dare il meglio di sé: per questo vi consiglio di prepararla la sera e gustarla la mattina o comunque il giorno seguente. L'attesa sarà dura ma non ve ne pentirete!

Arrivederci e buonanotte, a presto con la prossima ricetta! *__^  

Presentazione...!

Buon pomeriggio! ^__^
Ieri sera non avevo abbastanza forze per presentare questo nuovo sito, ora lo farò in modo più appropriato.
Non mi presenterò personalmente se non dicendo che sono una ragazza di ventisei anni che di professione non è certamente cuoca ^__^ . Qualcuno di voi già conoscerà l'altro mio sito, Pizzanauti in avanscoperta, che curo insieme al mio fidanzato, dedicato alle recensioni di pizzerie di Firenze e dintorni.
Con il tempo mi sono accorta di aver collezionato varie ricette che non erano pizza, quindi, per essere più precisa, ho deciso di aprire un altro sito per rendere pubbliche le mie idee culinarie.

In cucina con Nonna Gufetta: come mai questo titolo stupido? ^D^ Beh, semplicemente perché quando cucino mi sento un po' una nonna e perché adoro i gufi, animali che ho sempre ammirato fin dalla tenera età per i loro occhi enormi che li fanno apparire al tempo stesso seri e buffi... un po' come il mio carattere, per chi non mi conosce. 
Ogni tanto, da brava "nonna", mi diletto anche con ricami a punto croce e lavori a maglia: anche queste "creazioni" compariranno, se pur più saltuariamente, tra una ricetta e l'altra!

Spero che questo sito sia divertente/utile per chiunque lo visiterà!

A prestissimo con la prima ricetta!!! 



mercoledì 2 ottobre 2013

Salve!!!

Buonasera a tutti!
Questo brevissimo scritto di oggi è solo un'introduzione al sito che sta nascendo, In cucina con Nonna Gufetta
In questo sito raccoglierò tante ricette di mia fantasia e riprese da riviste/siti... e qualche altra "creazione" fatta con le mie mani.
Perché "Nonna Gufetta"?
Lo scoprirete presto, intanto... Buonanotte!!! ^__^